FG RIJEKA

UEL, il Napoli passa a Fiume: 1-2 al Rijeka

Non sarà ricordata come une delle migliori prestazioni degli azzurri in campo europeo ma l’1-2 finale vale molto perché consente al Napoli di raggiungere quota 6, al pari di AZ Alkmaar e Real Sociedad, dirette avversarie di girone.

Ottima, invece, la partita del Rijeka che, soprattutto nel primo tempo, ha messo sotto l’11 di Gattuso.

KK, a fine match, dai suoi social, ha motivato l’ambiente in vista del match di domenica prossima contro il Bologna di Sinisa: «era fondamentale vincerla e l’abbiamo fatto. Ora pensiamo alla Serie A».

Per Kalidou è stata la 17ª vittoria in Europa League con la maglia del Napoli: quanto lui, in rosa, soltanto Dries Mertens.

Nel match di Fiume, KK ha recuperato 7 palloni: è stato il suo gettone numero 23 in questa competizione. Raggiunto Ciro Ferrara.

Bene Faouzi Ghoulam, subentrato all’80’ ad Andrea Petagna: pochi minuti ma di qualità e intensità. Fanno ben sperare per il futuro.

A Fiume, il Napoli batte 1-2 il Rijeka dell’ex – rimasto in panchina – Anastasio.

I gol: Muric (13′); Demme (43′), autogol di Braut (62′).

KK AZ 1

#UEL, il Napoli stecca la prima

Partita strana e senza un senso logico.

Il Napol perde all’esordio nell’edizione 2020/21 dell’Europa League, allo Stadio San Paolo contro l’AZ Alkmaar.

0-1 il risultato finale, gol di Dani De Wit al 57′.

Statistiche alla mano, gli azzurri avrebbero dovuto stravincere ma la verità, nello sport, non la fanno soltanto i numeri: insomma, non è stata una grande partita quella degli azzurri di Gattuso ma un bel passo indietro rispetto alla bellezza mostrata soltanto pochi giorni fa, sempre a Fuorigrotta, nel 4-1 all’Atalanta.

Faouzi Ghoulam è rimasto in panchina.

90 minuti e fascia di capitano al braccio, invece, per Kalidou Koulibaly.

Ed è un peccato che KK non abbia potuto festeggiare con un risultato positivo la sua presenza ufficiale numero 250 in tutte le competizioni in maglia azzurra.

In questa partita, Kalidou ha stabilito un suo nuovo personale record. Si tratta dei passaggi effettuati: 155, 13 in più dei 142 contro l’Inter messi a tabellino nel marzo 2018.

1200px-UEFA_logo.svg

Rinviate le finali di Champions ed Europa League

Nota ufficiale dell’UEFA: le finali di Champione ed Europa League sono state rinviate.

Questa la comunicazione, scontata ma comunque attesa, partita da Nyon:

«A seguito della crisi COVID-19 in Europa, la UEFA ha formalmente preso la decisione di posticipare le seguenti partite, originariamente previste per maggio 2020: Finale UEFA Champions League femminile (inizialmente prevista per il 24 maggio a Vienna); Finale UEFA Europa League (inizialmente prevista per il 27 maggio a Danzica); Finale UEFA Champions League (inizialmente prevista per il 30 maggio a Istanbul). Nessuna decisione è stata ancora presa per quanto riguarda le nuove date. Il gruppo di lavoro, istituito la scorsa settimana a seguito della teleconferenza tra le parti interessate del calcio europeo, presieduto dal presidente UEFA, Aleksander Ceferin, analizzerà le opzioni disponibili. Il gruppo ha già iniziato l’esame del calendario. Gli annunci saranno fatti a tempo debito».