Facebook Live Audio sbloccate! Il nuovo format FB è in arrivo in tutto il mondo

Facebook Live Audio

Partiamo da Facebook

Per molti Facebook è un social in declino, pronto ad essere lentamente abbandonato e rimpiazzato da gli altri “young social”. Ma Mark Zuckerberg non ci sta e lancia un’altra grande novità: le Facebook Live Audio Room.

È il 21 giugno 2021 e negli Stati Uniti viene presentata la nuova funzione delle Facebook Live Audio Room, inizialmente solo per alcuni selezionatissimi utenti tra cui creator e personaggi pubblici e che ora si prepara finalmente ad essere disponibile per il resto del mondo.

Ad oggi questa funzione è stata rilasciata anche per i gruppi e per i device Android oltre che per gli utenti iOS sempre tramite app di Facebook e sarà possibile ascoltare le Live Audio Rooms anche sul computer, ma gli utenti interessati a crearle dovranno comunque utilizzare un’app mobile tra le due disponibili.

Che cosa sono le Facebook Live Audio Room?

Oltre ad essere la risposta di Mark Zuckerberg a Clubhouse, le Room di Facebook sono, come suggerisce il nome, delle stanze in cui poter parlare con altri utenti. Dei luoghi in cui in diretta, chi le crea può dare inizio a conversazioni con un numero qualsiasi di persone che si uniscono, per parlare di temi rilevanti.

Un modo per avvicinare non solo gli utenti con gli stessi interessi in modo più diretto e reale, ma anche un modo utile a personaggi pubblici e creator per intrattenere conversazioni live con i fan, con le community, far crescere il proprio pubblico e guadagnare o per supportare raccolte fondi destinate a organizzazioni no profit.

Le Live Room, infatti, consentiranno ai loro autori di monetizzare. I fan, infatti, potranno supportare i creatori e i personaggi pubblici preferiti anche attraverso delle donazioni per le cause a cui tengono. In futuro, sembra che Facebook proporrà altri modelli di monetizzazione, come la possibilità di addebitare un costo per l’accesso a una sala audio dal vivo tramite un singolo acquisto o un abbonamento.

Come funzionano?

Per dare maggiormente risalto a questa nuova funzionalità, le Live Audio Room sono collocate graficamente nella parte alta della home, sopra le Stories di Facebook in primo piano nel feed delle notizie. 

Ciascun utente Facebook può creare una stanza, scegliere il nome o selezionarlo tra quelli proposti per “tema”, selezionare una data di inizio e invitare gli amici, anche quelli che non hanno messanger, attraverso un link generato automaticamente.

Una volta creata una stanza gli utenti possono accedervi per ascoltare le conversazioni in corso ed eventualmente intervenire. Chi parla può farlo se autorizzato dall’amministratore della stanza e tutti gli utenti possono inviare stelle di gradimento e reaction all’Host per dimostrare il proprio apprezzamento e “alzare la mano” per intervenire attivamente nella conversazione. 

Più reazioni e stelle inviano gli utenti, più questi saranno “in prima fila” e visibili agli Host della stanza. 

Per restare sempre aggiornati e non perdersi conversazioni importanti su un tema d’interesse, Facebook ha reso possibile anche la possibilità di registrarsi per ricevere avvisi quando una stanza audio dal vivo viene pubblicata. Inoltre gli interventi audio delle Stanze possono essere registrati e trasformati in podcast in modo tale che gli utenti che si sono persi una diretta, possano ascoltare le discussioni in un secondo momento.

Riguardo il numero di utenti consentito per stanze, al momento sembra non esserci alcun limite e le conversazioni possono essere tenute tra un numero qualsiasi di persone che si “differenziano” unicamente per il loro ruolo di oratori o ascoltatori a seconda dell’autorizzazioni possedute.

Tutto il mondo Audio in un unico luogo

Facebook sta lanciando una nuova destinazione “Audio” nella sua app mobile negli Stati Uniti, dove gli utenti potranno esplorare tutti i formati audio presenti in piattaforma inclusi podcast, Live Audio Rooms e audio in formato breve, in un’unica posizione.

  • La funzione di audio brevi chiamata Soundbites, al momento disponibile per alcuni utenti negli Stati Uniti, sarà una sorta di breve brano audio, dove registrare un aneddoto, uno scherzo, un momento di ispirazione, molto simile ai Reels di Instagram, fatti per catturare momenti salienti e quotidiani della propria giornata, fatti però solo con l’audio. Facebook afferma che il prodotto è ancora nelle prime fasi di sviluppo, ma ha avuto già successo tra i creatori che lo utilizzano finora e sarà disponibile per più utenti nelle settimane a venire.
  • Altra novità quella delle chiamate audio e video “spostate” nell’app Messenger e separata da quella principale ad inizio 2011. Sembra infatti che Facebook stia testando l’aggiunta di chiamate vocali e video di nuovo sulla sua app principale.

Novità anche per le PMI

In ottica di rendere Facebook non solo un social sempre più di “piacevole intrattenimento” ma anche per rafforzare il suo contributo come strumento utile di lavoro, recentemente Facebook for Business ha annunciato l’estensione delle stanze audio live anche alle piccole aziende, in modo che possano tenere incontri con esperti o clienti. 

Tra le altre novità:

  • sono stati avviati dei test per quanto riguarda il lato chiamate e videochiamate tramite Business Inbox in Messenger;
  • il servizio gestione degli appuntamenti tra clienti e aziende, non più rivolto solo alle grandi aziende ma anche alle piccole, che dal proprio sito web avranno accesso a questo strumento.

Sempre per supportare le piccole imprese, Facebook, ha anche avviato una prova con annunci personalizzati, visibili immediatamente agli utenti e proposti in base agli altri annunci preferiti. 

Perché Introdurre Facebook Live Audio?

Oltre al già discusso intento di Facebook di sfidare Clubhouse esistono altre due principali motivazioni che sembrano aver portato Mark Zuckerberg a introdurre questa nuova funzione:

Aiutare i creatori 

La novità delle Live Room, secondo l’azienda, aiuterebbe i creatori a dare rilievo ed evidenza ai loro programmi, e agli utenti la possibilità di individuare materiale audio dai creatori preferiti e scoprirne di nuovi. Al momento del lancio, l’area Audio conterrà materiale degli artisti preferiti, oltre a consigli personalizzati e suggerimenti di audio aggiuntivo popolare su Facebook. 

Come per tutti i contenuti presenti sulla piattaforma, anche il materiale audio con cui si interagisce di più, diventerà sempre più personalizzato e suggerito in base ai propri gusti, in modo da far diventare anche questa esperienza il più possibile customizzata e piacevole.

Un mezzo leggero di comunicazione e connessione

Tutte le novità delle Rooms, dei Soundbites, dei podcast sono state pensate per funzionare come un mezzo leggero di connessione e conversazione tra le comunità. C’è bisogno di leggerezza e di trovare sempre più persone con cui condividere le proprie passioni e i propri interessi. 

Cosa cambierà con l’introduzione di Facebook Live Audio?

Un fattore comune alle novità “sfornate” giorno dopo giorno da tutti i canali di comunicazione ed in particolare dai social network in generale, c’è sicuramente ascoltare chi crea direttamente i contenuti e chi usufruisce dei contenuti.

Un ascolto via via sempre più forte quello prestato dai Big della comunicazione ai propri utenti, che ormai sono in grado di vedere le proprie esigenze e richieste “magicamente” realizzate trovando ambienti di socializzazione sempre più vicini ai propri desideri.

Un modo ulteriore per aumentare la permanenza sulla piattaforma e rendere il tempo trascorso sempre più piacevole, realistico e sempre meno bombardamento di informazioni e promozioni di cose e persone non interessanti.

Anche queste novità delle Live Room e audio news proposte da Facebook, sono la traduzione di lunghe osservazioni dei propri utenti e delle loro esigenze, ma sarà questo il modo più giusto di realizzarle? Avrà Facebook risultati che non deluderanno le sue aspettative? Riuscirà Mark, con tutte queste novità, a far avere nuovi tempi d’oro a Facebook? Staremo a vedere!